Lo shopping online è un trend che mantiene una crescita continua: sono circa 4,8 milioni i consumatori che nell’arco di un anno acquistano online almeno 10 volte.

Parallelamente il ruolo del mobile cresce in maniera dirompente: l’accesso a Internet da smartphone o tablet è infatti aumentato del 20% in un anno, passando da 14,5 a 17,4 utenti unici nel giorno medio.
È in questo panorama che nascono le ultime definizioni per i “nuovi consumatori”.

Gli Everywhere Shopper

Si parla di di Everywhere Shopper, per descrivere quasi 2 milioni di persone per cui l’acquisto on line è una pratica ricorrente. Everywhere Shopper non fa alcuna distinzione tra lo shopping on line e quello tradizionale, si muove trasversalmente tra l’on line – sia da PC e che da mobile –  e l’offline.

Ecco il suo identikit:

  • uomini (59%) e donne (41%)
  • il 60% appartenenti alla fascia d’età dei 25-44
  • livello socio-economico sopra la media
  • caratterizzato da uno spirito razionale e pianificatore, usa la tecnologia in maniera pragmatica
  • aperto all’innovazione ma non trasportato dal fattore moda
  • si prende cura dei sé e cerca di realizzare le aspirazioni individuali
  • pretende un alto livello di servizio.

 

Gli Hyper Reloaded

L’accelerazione registrata nel 2015 verso l’area più evoluta della multicanalità, ha delineato un’ulteriore categoria di consumatori: gli Hyper Reloaded che rappresentano circa un quarto della totale popolazione italiana.

Questi consumatori sono caratterizzati dalla predilezione dell’uso del mobile durante tutto il processo d’acquisto e come esclusiva modalità di accesso al web; solo nell’ultimo anno si parla di +80% con picchi del +120% per la fascia dei Millennials (che rappresentano la quota più consistente degli Hyper Reloaded).

Cosa cambia per le aziende?

Il forte cambiamento nella composizione dei profili  è dettato dalla costante crescita dell’uso del mobile, di conseguenza cresce particolarmente il profilo più completo e sperimentatore, quello degli Hyper Reloaded, che raggiunge il 40% della popolazione italiana multicanale e rappresenta il segmento più numeroso (circa 12,5 milioni) con una crescita del +29% rispetto al 2013.

Internet rimane la fonte principale di informazioni nel pre-acquisto e il luogo in cui si forma la decisione, ma cambia la rilevanza delle singole fonti utilizzate:

  • diminuisce la percentuale di consumatori che dichiarano di essere influenzati da informazioni raccolte sui siti delle aziende (dal 38% del 2013 al 34% del 2015)
  • restano stabili al primo posto i siti e gli ambienti digitali dove recuperare e confrontare le opinioni degli altri utenti (41% nel 2015).

 

Hai bisogno di aiuto? Mediarete è sempre al tuo fianco per offrirti tutti gli strumenti più adattati alle strategie di web marketing.

Contattaci