I dati societari obbligatori

Tutti i possessori di partita IVA devono obbligatoriamente indicarla almeno nella home page del sito internet che riguarda l’attività svolta (art. 35, comma 1, D.P.R. n. 633/72).

Nel 2009, è stato modificato l’art 2250 c.c. (da parte dell’art. 42 della legge 7 luglio 2009, n. 88) e anche le Società per azioni, Società a responsabilità limitata e Società in accomandita per azioni, devono obbligatoriamente indicare nel proprio sito web i seguenti dati:
• denominazione sociale
• indirizzo completo della sede legale (via, civico, cap, paese, provincia)
• codice fiscale e partita IVA
• importo del capitale sociale, con indicazione esatta della parte versata
• registro imprese dove la società è iscritta e numero di iscrizione
• numero REA
• (dopo lo scioglimento, l’indicazione che la Società è in liquidazione)

Per le Ditte Individuali, l’art. 2199 prescrive che nel sito internet sia indicato: 

• codice fiscale e partita IVA
• registro imprese dove la società è iscritta e numero di iscrizione

Sempre nel 2009 l’art. 16 della Legge n. 2/2009 (di conversione del D.L. n. 185/2008) ha disposto per PA, le imprese ed i liberi professionisti l’obbligo di avere un indirizzo di Posta Elettronica Certificata reso pubblico mediante la comunicazione al Registro delle Imprese. La PEC va solo comunicata e non deve essere obbligatoriamente scritta sul sito.

Privacy e trattamento dei dati personali

Di consenso informato relativo al trattamento dei dati se ne parla già dal lontano 2003 con l’art. 161, D.Lgs. 196/2003. La legge impone la riservatezza dei dati inviati o lasciati sui siti internet, quando questi vengono richiesti per esempio per iscriversi a newsletter, compilare moduli di contatto etc.
In ognuna di queste azioni è obbligatorio richiedere all’utente il consenso informato, manifestato solo dopo la lettura dell’informativa sulla tutela della privacy.

privacy-keyboard-Dollarphotoclub_53513402-300pxIn sostanza, per i dati che vengono raccolti nel sito, bisogna informare gli utenti su:
• gli scopi e le modalità del trattamento cui sono destinati i dati
• gli obblighi dell’informato nel fornire o meno i dati
• le conseguenze cui va incontro l’interessato in caso di rifiuto
• il nominativo delle persone, enti o società a cui possono essere forniti i dati
• i diritti riconosciuti all’interessato
• il nominativo del titolare e del responsabile del trattamento dei dati e relativi contatti

Secondo una normativa del 2011, solo per i curriculum vitae è possibile omettere tale informativa, in quanto si tratta di dati spontaneamente trasmessi dall’interessato per uno scopo e un uso specifico.

cookies-01I cookie

I cookie sono piccoli file inviati e memorizzati nella directory dei file nel browser del computer dai siti web che si visitano. La volta successiva in cui si visiterà il sito, il browser leggerà il cookie e ritrasmetterà le informazioni al sito web o all’entità che originariamente ha creato il cookie.
Senza l’uso dei cookie alcune operazioni risulterebbero molto complesse o impossibili da eseguire, parallelamente con essi si possono monitorare la navigazione, raccogliere dati su gusti, abitudini, scelte personali che consentono quindi la costruzione dettagliata dei profili dei consumatori.
Secondo la normativa relativa a D.Lgs. 28.5.2012, n. 69 e D.Lgs. 28.5.2012, n. 70 deve quindi essere notificato all’utente l’uso di eventuali cookie che memorizzano i dati di navigazione. Questo serve ad impedire di installare cookie per finalità di profilazione e marketing sui computer degli utenti senza averli prima adeguatamente informati e aver acquisito un valido consenso.
I cookietecnici” o “strettamente necessari” sono parzialmente esclusi dalla normativa, in quanto servono a raccogliere dati a scopo tecnico e di fruizione di un sito e delle sue molteplici funzioni (come ad esempio i dati di login), ma resta obbligatorio informare della loro presenza e del loro utilizzo.
Per proteggere la privacy degli utenti e consentire loro scelte più consapevoli, il Garante ha stabilito che quando si accede alla home page o ad un’altra pagina di un sito web, all’utente deve immediatamente comparire un banner ben visibile, in cui sia indicato chiaramente:
• che il sito utilizza cookie di profilazione per inviare messaggi pubblicitari mirati
• che il sito consente anche l’invio di cookie di “terze parti”, ossia di cookie installati da un sito diverso tramite il sito che si sta visitando
• un link a una informativa più ampia, con le indicazioni sull’uso dei cookie inviati dal sito, dove è possibile negare il consenso alla loro installazione direttamente o collegandosi ai vari siti nel caso dei cookie di “terze parti”
• l’indicazione che proseguendo nella navigazione (ad es., accedendo ad un’altra area del sito o selezionando un’immagine o un link) si presta il consenso all’uso dei cookie.

Per quanto riguarda l’obbligo di tener traccia del consenso dell’utente, al gestore del sito è consentito utilizzare un cookie tecnico, in modo tale da non riproporre l’informativa breve alla seconda visita dell’utente.

Tutti gli approfondimenti: Linee guida del Garante (Garante per la protezione dei dati personali).

Hai bisogno di aiuto? Mediarete è sempre al tuo fianco per offrirti le soluzioni più adatte per i tuoi progetti web.

Contattaci