Le maggiori compagnie telefoniche italiane hanno annunciato un accordo per l’adozione di una piattaforma NFC condivisa. L’obiettivo è portare sugli smartphone i programmi di loyalty della GDO e invogliare gli utenti ad usare il contactless per pagare e attivare servizi innovativi, garantendo semplicità ed evitando la frammentazione del mercato. Bennet e Pam sono le prime a partire.

La più recente indagine Comscore censisce circa 48 milioni di smartphone in Italia (il 70% dei dispositivi mobile); di questi, 11 milioni sono dotati di tecnologia NFC. Considerando il fatto che anche Apple con l’iPhone 6 ha abbracciato lo standard, è facile immaginare un ulteriore aumento dei numeri nel breve termine. Inoltre, in base ad un report dell’osservatorio sul mobile marketing, il 33% dei possessori di smartphone li usa all’interno dei punti vendita. Naturalmente vengono sfruttati per quanto possibile al momento: quindi per confrontare prezzi, cercare informazioni sulle referenze e inviare messaggi ad amici sugli acquisti che intendono fare.

In questo scenario, andando a fare la spesa ti imbatterai presto in innovazioni digitali come buoni sconto virtuali, carte fedeltà sul telefonino e sistemi di  proximity payment.