25%: il tasso di crescita previsto entro il 2017. 230 miliardi di Euro: il valore stimato nei prossimi 3 anni nell’Eu5 (Italia, Germania, Francia, Regno Unito e Spagna).

Questi i numeri che emergono della ricerca di The Boston Consulting Group sul mobile internet realizzata per Google. Partendo  dai risultati del 2013 (92 miliari il fatturato e 250 mila posti di lavoro coinvolti),  entro il 2017 i ricavi del mobile Internet saranno quindi più che raddoppiati, con un tasso di crescita simile a quello dei mercati Cina e USA.

Rinuncio a tutto… ma non al mio smartphone (e alla TV)

Gli smartphone sembrano non avere rivali tra le preferenze dei consumatori, ad eccezione della sempreverde TV.  I consumatori presi in considerazione dall’indagine BCG si separerebbero da molte altre cose prima di rinunciare al mobile internet:

  • più del 50% dall’alcool
  • circa il 50% da caffè, film ed esercizio fisico.
  • 20% dalla propria automobile
  • 17% dal sesso

Il mercato italiano

Per quanto riguarda il mercato italiano, il terzo per utilizzo di smartphone in Europa, il mobile internet raggiungerà i 24 miliari di euro entro il 2017. Secondo la ricerca, i dati più recenti attestano la penetrazione degli smartphone in Italia al 68% tra i maggiorenni, con iOS e Android confermati come i principali player del settore, con quote meno significative per Windows e Blackberry.