Con un emendamento depositato in queste ore dal Governo al Ddl di stabilità in discussione alla Camera, finalmente anche gli eBook verranno trattati ai fini Iva come i fratelli cartacei e quindi con l’Iva applicata la 4% e non più al 22%.

Speriamo bene, d’altra parte è difficile capire quale sia per l’Erario la differenza tra un identico bene (il contenuto) venduto su supporti diversi.

Sarebbe come dire la pizza tonda con Iva al 4%b ma se la vuoi quadrata paghi l’iva al 22%. O no?