Il web copywriting, ossia, semplificando, lo scrivere per il web, significa confezionare testi che sappiano catturare l’attenzione dei lettori fin dalle prime parole, destando il loro interesse e invogliandoli ad approfondire la navigazione del sito, proseguendo nella lettura, seguendo link, compilando form, aggiungendo prodotti nel carrello.
In ottica di web marketing è poi necessario che questi testi vengano creati per essere anche indicizzati dai motori di ricerca, attraverso un utilizzo mirato delle parole chiave.

Il sito prima del sito: cosa fare prima di iniziare a scrivere per il web

Facciamoci delle domande

Prima di partire è quindi importante avere chiaro cosa di specifico vogliamo dal nostro sito. Può essere utile a questo scopo rispondere, il più puntualmente possibile, ad una serie di domande preventive.

  1. Qual è lo scopo del mio sito web? Informare (sito istituzionale)?
  2. Vendere online (E-commerce)? Raccogliere adesioni/prenotazioni (Booking…)?
  3. Qual è il target di riferimento?
  4. In base a obiettivi e target che cosa non può mancare sul sito? Es: Se l’obiettivo è vendere online è necessario che il sito sia un E-commerce, con possibilità di acquistare mediante tipologie di pagamenti diversi, avere una gestione degli ordini ecc…
  5. Quale messaggio vogliamo comunicare? Sito formale o friendly…
  6. Il sito deve essere visibile nelle prime pagine dei motori di ricerca?
  7. Quanto siamo disposti a investire nella SEO (Ottimizzazione nei Motori di Ricerca).
  8. Il sito deve essere accessibile da dispositivi mobili come smartphone e tablet?
  9. In quante lingue deve essere disponibile?
  10. Chi si occuperà di aggiornare il sito? Con quali contenuti? Con quale frequenza? Es: inserimento delle news con una frequenza non fissa…
  11. Possiamo prevedere l’attivazione di campagne di newsletter per inviare aggiornamenti rispetto a promozioni/eventi/ecc… per invogliarli a visitare il sito nuovamente? Se sì, chi se ne occuperà? Personale interno o dell’agenzia che sviluppa il sito?
  12. Abbiamo pensato all’utilità dei social network per aumentare il passaparola sul nostro brand e come strumento di customer care? Se sì, chi gestirà la pagina aziendale su Facebook e gli account sugli altri Social Network? Nel nostro personale c’è qualcuno di formato a una comunicazione di questo tipo?
  13. Vogliamo che le persone ci contattino? Chi risponderà a telefonate e email?
  14. Vogliamo che i recapiti compaiano sul sito o per contattarci preferiamo che compilino una form contatti?
  15. Quanti soldi e quanto tempo abbiamo a disposizione per tutto questo?

Le risposte a queste domande consentiranno a te e a chi sviluppa il sito di procedere con più agilità. Inoltre, chi si occuperà delle campagne marketing associate (email marketing, social media marketing, ecc…) saprà come muoversi per aiutarvi a perseguire gli obiettivi che vi siete imposti con l’apertura di un nuovo sito.

E gli altri cosa fanno?

Prima di iniziare a scrivere i testi del tuo sito, è bene procedere con un’analisi di scenario obiettiva per valutare la presenza online della concorrenza. In questo modo sarai in grado di individuare i principali temi e le parole chiave strategiche che definiscono il business (e/o i prodotti e servizi) della tua azienda.

Lettori e obiettivi: definiamoli

Quando scriviamo il testo di una pagina web dobbiamo quindi aver sempre ben chiaro chi sarà il lettore e quali sono gli scopi che si vogliono raggiungere grazie alle pagine del sito.

I contenuti pubblicati online dovrebbero mirare essenzialmente a due obiettivi fondamentali:

  • Aumentare il numero di visite degli utenti e quindi la tua visibilità e il numero di potenziali consumatori (o almeno di persone interessate a quello di cui ti occupi)
  • Stimolare i visitatori all’azione desiderata: inserire i prodotti in wishlist, iscriversi alla newsletter, contattarti, scaricare una brochure. Il vendere, viene dopo, come conseguenza di altre azioni intermedie (parleremo ancora di come funziona il processo di acquisto del consumatore di oggi).

Dopo tutte queste domande posso iniziare a scrivere?

Ancora no. Con queste importanti informazioni in mano devi prima di tutto pensare a come sarà strutturato il tuo sito. Puoi farti aiutare da degli esperti in questo, rispondendo ad altre domande: Come vogliamo organizzare le pagine? Con quali criteri logici? Il nostro lettore dove si aspetterà di trovare le informazioni sui nostri prodotti e con quale ordine?

Solo dopo aver costruito questa mappa del sito saprai esattamente di quanti e quali contenuti avrai bisogno e potrai iniziare a scrivere. Ma questa è un’altra storia e ne parleremo… in un prossimo post!