Non si tratta solo di un restyling di brand, ma piuttosto di un’unificazione di strumenti (Google Places e Google + Local). Questa mossa di big G dà vita ad un nuovo e più potente strumento di visibilità messo a disposizione dal motore di ricerca per le attività Local ma non solo.

Local + social

Tutte le informazioni su un’attività commerciale presenti in Google my Business vengono da ora visualizzate su più canali: Ricerca Google, Google Maps e Google+ e su più disposiviti (pc, tablet o smartphone).

Cosa succede ai tuo profili Google + e Google Places con l’arrivo di Google My Business?

Niente paura! Al primo accesso alla tua pagina Google+, verrai avvisato dell’unificazione e senza nessun problema potrai iniziare ad usare il nuovo GMB. Il menu nell’angolo a sinistra ti aiuterà a muoverti tra i vari strumenti disponibili.

Cosa puoi fare in Google My Business se hai un’attività commerciale

  • Pubblicare informazioni sulla tua attività, permettere agli utenti di raggiungerti tramite le mappe o chiamarti cliccando direttamente sul numero di telefono pubblicato sulla tua scheda.
  • Pubblicare foto.
  • Gestire la condivisione di notizie con fan e clienti. Tutti i tuoi clienti potranno cliccare sul pulsante +1 per condividere e suggerire i tuoi prodotti ad altri.
  • Fornire risposte ufficiali alle recensioni degli utenti.
  • Analizzare l’interazione degli utenti grazie ad una piattaforma di Insight.
  • Fornire un contatto via chat o videochiamata con Hanghouts.
  • Gestire tutto il profilo grazie all’app per Android Google my Business (presto disponibile anche per iOS).

Come utilizzare Google My Business se hai un sito di eCommerce?

Così come il suo predecessore, Google My Business è stato pensato principalmente per le attività commerciali che hanno una sede fisica, o più sedi presenti sul territorio.

Ma nel mercato odierno esistono anche molte realtà commerciali che non sono strettamente collegate ad un area geografica: per questa ragione Google My Brand offre un’opzione che chiama “Brand o Prodotto” che non prevede la pubblicazione obbligatoria di un indirizzo geografico.

 

Come utilizzare al meglio Google My Brand?

Ecco qui alcuni consigli per ottenere il massimo dalla presenza della tua attività in Google My Brand

  • Posta e aggiorna notizie e offerte speciali sulla tua pagina Google+ (ricorda che devi averne una per utilizzare GMB), in modo che i clienti possano condividere con il bottone +1 e commentare, fornendoti feedback sul loro gradimento.
  • Rispondi alle recensioni e ai commenti: usa questo spazio per il dialogo con gli utenti!
  • Promuovi vendite e offerte speciali utilizzando Google+ Eventi.
  • Illustra bene i tuoi prodotti e servizi con foto e video!
  • Offri un servizio di assistenza in tempo reale con le funzionalità Hangouts e Hangouts Air, via chat o video chat.
  • Puoi anche registrare un evento e pubblicarlo direttamente su YouTube.
  • Verifica l’andamento della tua notorietà e analizza il tuo pubblico. Usa Google Analytics che trovi già integrato nel tuo profilo GMB!

Insomma ci sembra che stavolta Google abbia finalmente messo ordine tra vari strumenti un po’ social e un po’ local, fornendo uno spazio unico per il local SEO. Ci sono ancora margini di miglioramento, a nostro avviso, soprattutto per quanto riguarda le notifiche di nuove news legate all’attività (Google Alert) e l’accesso alle statistiche sulle ricerche fatte per parola chiave.

Di sicuro Big G ci starà già pensando…

Stay Tuned and enjoy the Web!