La prima pagina web, visibile in questa ricostruzione del 1992 (foto qui sotto), ci riporta indietro di soli 21 anni, ma sembra passato un secolo.

800pxThe_World_Wide_Web_project__Conkeror

Chi l’avrebbe mai detto che dopo quel 6 agosto 1991, data in cui l’inglese Tim Berners Lee aveva lanciato la prima pagina web caricandola attraverso il computer NeXT con funzione di server (foto in basso) presso il CERN di Ginevra, si arrivasse agli attuali 2.095.005.985 utenti internet, ovvero il 30% della popolazione mondiale?

Sicuramente se il 30 aprile 1993 il CERN non avesse deciso di rendere pubblica la tecnologia alla base del web, il web come lo conosciamo oggi non sarebbe mai esistito.

Alla base del web sta la possibilità di “navigare e usufruire di un insieme vastissimo di contenuti (multimediali e non) e di ulteriori servizi accessibili a tutti o ad una parte selezionata degli utenti di Internet”. In un certo senso potremmo quindi dire che la “condivisione”(eng. sharing), termine che sta segnando questa nostra epoca (pensate allo share su Facebook, o anche al car e bike sharing ecc…), non sia in realtà una novità: è da più di vent’anni che il web collega le nostre vite attraverso una grande rete in cui tutti possono essere protagonisti e spettatori al contempo condividendo contenuti come testi, video, foto, musica…

Oggetto di culto dal sapore un po’ retrò forse, il web non passa mai di moda, ed anzi, promette ancora tante sorprese.

800pxFirst_Web_Server