Chi si fida del gatto e la volpe?
Ecco perché Etico è meglio

Cosa ti aspetti dalla tua pagina Facebook? Se la risposta è: un gran numero di fan della tua azienda subito e senza fatica allora forse dovresti leggere questo articolo.

il_gatto_e_la_volpe_del_web_marketingSi è discusso parecchio negli scorsi giorni tra i professionisti del web su quali siano le tecniche di social media marketing etico e quali di social media marketing non etico, ma forse ti abbiamo escluso dalla discussione senza darti la possibilità di capire sul serio quale sia il problema.
Facciamo un passo indietro. I Social Media sono principalmente dei “luoghi” dove persone che si conoscono o non si conoscono discutono, scrivono e intervengono su argomenti di comune interesse, riportando la propria esperienza od opinione. Nulla cambia quando l’interlocutore diventa un’azienda o un negozio, una piccola attività familiare o una catena di grande distribuzione ecc..: quello che le persone si aspettano è prima di tutto dialogo e confronto, sui prodotti e sui servizi che offri.
Se vuoi essere presente sui Social Media è necessario avere questa consapevolezza, cioè mettere al primo posto quello che vogliono le persone (interazione, risposta ai propri bisogni) prima di quello che vuoi tu (ottimi risultati con il minimo sforzo). Se infatti il passaggio da quello che vogliono loro a quello che vuoi ottenere tu è fattibile, il contrario è abbastanza improbabile, se non impossibile.

comprare_fan_faceBook_1

Esistono siti e realtà che ti offrono fan “al chilo” facendoti credete che l’unica unità di misura per valutare la qualità di una pagina sia il numero di fan: investire nel web equivale a comprare fan, veri o finti non importa, l’importante è che facciano numero. Esistono almeno tre motivi che ti possono spingere a dare ascolto a questi venditori fraudolenti di fan: lo fanno tutti, non mi scopriranno mai, una volta si può anche fare.

Smentiamo subito queste idee.
Lo fanno tutti. Non si hanno dati precisi sulla portata di questo fenomeno, di certo non tutti agiscono in questo modo: noi almeno sappiamo come lavoriamo e possiamo dire di non far parte di questo gruppo di venditori di fan.
Non mi scopriranno mai. Se il numero di fan di una pagina è alto, ma l’interazione con gli utenti è inversamente proporzionale, il sospetto che qualcosa di finto ci sia è abbastanza immediato. Come dicevamo da un’azienda ci si aspetta un rapporto orizzontale di dialogo e confronto, di risposta ai feedback dei clienti o alle domande di chi non vi conosce. Metteresti mai dei manichini all’ingresso del tuo ristorante per fingere di avere tanti clienti? I fan finti sono come i manichini, fanno scena ma non ti ripagano della loro presenza.
Una volta si può anche fare. La credibilità si basa sull’esperienza. Se qualcuno scopre che hai imbrogliato, non importa se è stata l’unica volta, la sua fiducia nei tuoi confronti scende a zero e probabilmente esporrà il proprio disappunto anche ad altri, dando il via a una catena di feedback negativi ai quali è difficile rimediare.

Che cosa suggeriamo allora per il tuo business? Semplicemente di mettere in atto strategie di Social Media Marketing etico e di non lasciarti abbindolare da chi promette grandi numeri in breve tempo: ogni investimento necessita di tempo e un impegno costante per dare frutto, il web non è da meno.

Ecco qualche piccola strategia che puoi mettere in atto per aumentare in maniera sana i tuoi fan:

Invitare chi è già tuo cliente a seguirti su Facebook. Non c’è niente di meglio di cominciare da subito con un numero di reali appassionati del tuo brand, sono sicuramente la tua migliore pubblicità. Inoltre Facebook quando si mette il proprio “mi piace” ad una pagina consente di lasciare consigli (di fatto piccole recensioni): cosa di meglio dei consigli ad altri di chi già si è rivolto a voi ed è rimasto soddisfatto? Per fare questo si possono inserire i loghi dei social network con collegamento diretto dal sito, avvisare della possibilità di comunicare con noi attraverso la newsletter, oppure se si ha un negozio con avvisi offline.

Utilizzare il servizio di annunci di Facebook (Ads). Si tratta di mini pubblicità poco invasive che si trovano sul lato destro delle pagine faceBook. Attraverso questo strumento è possibile targettizzare il messaggio che si vuole inviare in maniera da raggiungere chi non vi conosce ma può davvero essere interessato a quello che proponete.

Curare i contenuti della pagina. Ora che abbiamo uno zoccolo duro di affezionati e un primo gruppo di persone che pur non conoscendovi ha dimostrato interesse nei vostri confronti è necessario creare qualcosa, un valore aggiunto, che possono trovare solo sulla vostra pagina. Cosa? Dipende da come volete utilizzare la vostra pagina: come strumento di customer care? Come lato ludico dell’azienda? Come notiziario? Insomma scegliete chi volete essere e portate avanti questa strategia fino in fondo. Non basta aprire una pagina, è necessario popolarla di contenuti. Anche quando vi rivolgete ad una web agency affinché vi gestisca la pagina social è necessario che diate loro del materiale su cui lavorare: chi meglio di voi conosce la vostra azienda?

Il Social Media Etico è tutto ciò che valorizza l’interazione, il dialogo e il confronto, e quindi di fatto valorizza il tuo lavoro. Tutto il resto è da evitare, come il gatto e la volpe.

Se vuoi trarre benefici da una presenza etica e strategica su Facebook chiedi un appuntamento per consultarti con un nostro esperto, troveremo la soluzione più adatta alle tue esigenze.

comprare_fan_Facebook

 

 

[P.S.: ringraziamo Collodi per averci ispirato nell’episodio dell’albero di monete e Attilio Mussino per la simpatica illustrazione]