Le pagine brand di Facebook possiedono alcune peculiarità e strumenti diversi dai semplici profili personali. Nonostante le policy di Facebook vietino esplicitamente a marchi e associazioni (anche non profit) di utilizzare profili personali invece delle apposite pagine, sono ancora moltissime le aziende che non hanno compreso appieno la differenza. Vediamo allora insieme cosa offre Facebook per il tuo business.

1) Una volta collegati alla pagina www.faceBook.com/pages/create.php è possibile scegliere la categoria della pagina. Questa sarà una delle informazioni più importanti dato che consente una classificazione della pagina ben identificabile anche da parte di chi non conosce il vostro brand.

2) Altri elementi che non devono mancare in una pagina Facebook sono una foto profilo con il logo dell’azienda e una cover page (immagine di copertina) coerente con il nostro marchio, che non riporti però i dati che vanno invece inseriti nella pagina “informazioni”. Se ad esempio siamo un’azienda che produce e confeziona stoffe, potremmo utilizzare come cover la foto della trama di qualche nostra stoffa.

Vedi anche qualche nostro esempio delle nostre nuove pagine brand.

3) Più campi si inseriscono più l’immagine dell’azienda risulta completa e coerente. La pagina informazioni è la sezione della brand page a torto meno considerata: deve essere invece completata in tutte le sue parti per dare al cliente o potenziale tale tutte le informazioni di cui ha bisogno. Se ad esempio siamo un ristorante non possiamo dimenticare di inserire gli orari di apertura, i giorni di chiusura, il numero di telefono e l’indirizzo del “dove” ci si trova possibilmente collegata ad una mappa di google.

4) Una volta superati i 25 fan è possibile fare richiesta di un URL personalizzato del tipo www.faceBook.com/NomeAzienda oppure www.faceBook.com/ProdottiCheOffriamo.
Questo consente di essere trovati più facilmente sia tramite il motore di ricerca interno a Facebbok, che su Google, ed è inoltre più facilmente memorizzabile da chi ne digita direttamente l’URL sulla barra degli indirizzi.

5) Nelle nuove pagine spariscono le welcome page di invito agli utenti a cliccare “mi piace”, ma maggiore risalto viene dato alle tab di cui si può personalizzare l’immagine di link (al di sotto della cover) e che aumentano di dimensione. Le tab sono utili strumenti per personalizzare la propria pagina, con giochi, concorsi o iscrizioni alla newsletter.

6) Il servizio di insights permette di visualizzare la tipologia dei “like” alla pagina: maschi o femmine, fascia d’età, luogo d’origine, lingua parlata. In questo modo si organizzano i post di aggiornamento sulla pagina (almeno uno ogni due giorni, cercando il dialogo con i clienti e potenziali tali e cercando di rispondere sempre alle loro domande). Con gli insights si è anche in grado di sapere con certezza quante persone hanno visualizzato i singoli post, quanti ci hanno cliccato sopra e quanti hanno generato storie (commentando o ricondividendo quel contenuto).

7) Facebook ads e notizie sponsorizzate sono inserzioni di tipo pubblicitario utili per targettizare il proprio pubblico. Questo tipo di advertising infatti permette di selezionare precisamente chi visualizzerà la pubblicità: per luogo, interesse, sesso, stato sentimentale, musica e film preferiti e così via. In questo modo si eviterà di far visualizzare la nostra inserzione a chi non ne è interessato.

Per queste e altre interessati informazioni sui benefici di Facebook per il tuo business iscriviti ai nostri corsi gratuiti per aziende! I posti sono a esaurimento, affrettati!