Abbattere i costi e aumentare i profitti attraverso le app

“Ci sarà un’app per tutto” dovrebbe essere il nuovo slogan delle aziende e PMI che scelgono l’innovazione per ridurre i costi e ottimizzare prestazioni e risultati. Vediamo come.

Uno studio recente realizzato dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, riporta che oltre il 52% dei manager e professionisti italiani interrogati sull’utilizzo di devices mobili sceglierebbe i tablet come sostituti dei noteBook. Questa soluzione porterebbe benefici a tutte le attività che si svolgono in mobilità, come la necessità di fruizione e creazione di contenuti digitali durante una riunione o un appuntamento con un cliente, nell’usabilità e praticità, nella buona capacità di visualizzazione e potere di calcolo, nonché, ed è questo il punto che dovrebbe maggiormente interessare alle aziende e alle PMI, nell’accesso tramite applicazioni specifiche a informazioni strutturate che possono agevolare tanto i processi interni aziendali, quanto la rete vendita, con un notevole risparmio di tempo e denaro. Secondo un altro studio, quello dell’americana Intuit, l’utilizzo di applicazioni consente di risparmiare 5,6 ore a settimana ai proprietari di piccoli business, e addirittura 11,3 ore a settimana ai loro dipendenti.

Si possono infatti realizzare apps in grado di gestire magazzini, scaricare listini o informazioni di vario tipo e gestire in maniera autonoma e automatica contratti e ordinazioni.

Un esempio pratico per quanto riguarda la rete vendita è quello della cantina di vini, una realtà molto diffuso soprattutto in Italia, che porta con sé il catalogo dei vini con tutti i dettagli dei prodotto attraverso un’applicazione apposita per consentire ai clienti di visualizzare le caratteristiche dei diversi vini in maniera interattiva e sempre aggiornata, senza i costi (e il peso) di un catalogo o listino cartaceo.

Accanto quindi ad apps messe a disposizione gratuitamente o a pagamento, come strategia di marketing tesa alla fidelizzazione o alla possibilità di raggiungere nuovi e potenziali clienti, anche i processi interni e la rete vendita risultano agevolate dall’utilizzo di applicazioni specifiche: si tratta di software leggeri e di facile utilizzo per chiunque. Nell’intervista realizzata da Intuit inoltre ben il 49% ha dichiarato che le vendite e i ricavi sono aumentati, e il 39% che i costi generali sono diminuiti.

Tornando al caso italiano e all’Osservatorio del Politecnico di Milano, pare che al momento solo il 14% del personale vendita stia utilizzando apps per tablet e smartphone nella propria attività, ma che la percentuale salirà al 74% durante quest’anno.

Il terreno per una crescita nell’utilizzo delle apps è oggi fertile e consentirà di abbattere i costi e aumentare i profitti.