Twitter per le aziende: cos’è e perché sceglierlo per il proprio business

twitter_aziende_verona

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Accanto a Facebook, Twitter è il social network del momento. Ma forse non ti è ancora chiaro come sfruttarlo a vantaggio della tua attività: ecco allora il primo di una serie di post su questo blog per capire Twitter e ottimizzare sforzi e risultati.

Se hai sentito parlare di Twitter o ti sei iscritto ma hai ancora dubbi su come funziona e sua effettiva utilità troverai qui tutte le domande che ti sei posto e non hai mai osato chiedere. Capire Twitter non è così scontato. Andiamo con ordine:

Cos’è Twitter?
Twitter è un Social Network, o meglio un Social Information Network, in cui l’utente può aggiornare (update) il proprio status, inviare messaggi privati (direct message o DM) a un altro utente, inviare messaggi pubblici a un singolo o a un gruppo di altri utenti di soli 140 caratteri. Quasi come SMS. Si parla anche di micro-blogging in quanto un tweet (lett. cinguettio) può considerarsi, pur nella sua brevità, alla pari del post di un blog.

Perché solo 140 caratteri per ogni messaggio? Non sono pochi per trasmettere informazioni?
All’origine di questa scelta, che è ora la caratteristica principale di Twitter, era la compatibilità dei 140 caratteri con cellulari e servizi di messaggistica.
Per veicolare un messaggio in realtà non si ha bisogno di tante parole. Spesso accade che non ponendoci dei limiti giriamo intorno a quello che vogliamo dire senza centrare mai il bersaglio e la comunicazione perde di efficacia. Attraverso 140 caratteri si fa di necessità virtù: si concentra tutto l’utile della comunicazione e si tralascia il resto.

Tutti si possono iscrivere a Twitter, ma Twitter è effettivamente alla portata di tutti?
Twitter è per tutti ma ad alcune condizioni: prima di tutto che se ne impari il linguaggio specifico, in secondo luogo che si pianifichi una strategia per la propria presenza sul social network. Esistono vari glossari del linguaggio utilizzato su Twitter (link al glossario offerto da twitter) e anche noi non saremo da meno con la prossima pubblicazione su questo blog. Per il secondo punto serve tempo e costanza. Anche in questo non vi lasceremo soli, in quanto i post riguardanti Twitter che seguiranno saranno incentrati proprio sul “come” impostare e gestire la propria presenza in modo da trarre benefici per il proprio business.

Come può Twitter essere utile al mio business?
Twitter serve soprattutto a stringere e mantenere relazioni: ciò significa che uno dei benefici maggiori è quello di dialogare e interagire con clienti, futuri clienti e semplici curiosi della tua attività. Questo ti facilita nella costruzione e consolidamento della brand reputation ovvero della reputazione di cui godi, che su Twitter è monitorabile con semplicità. Sapere cosa gli altri pensano di te ti permette di intervenire attraverso una strategia di costumer service aumentato: con un tweet puoi indirizzare i clienti verso il sito, il centro assistenza o rispondere loro direttamente.

Quali sono “i numeri” di Twitter in Italia?
Ad oggi gli utenti registrati globalmente su Twitter sono 465 milioni (Twopchart – Gennaio 2012).
Trattandosi di un Social Network di stampo internazionale è difficile trovare dati aggiornati per quanto riguarda la situazione Italiana. Questa infografica, in realtà di qualche mese fa, può però esserti utile per capire l’impatto che Twitter sta avendo anche qui:

twitter_per_aziende

Fonte infografica: dailyblog