Vendite record di iPhone (18,65 milioni di unità, più del doppio rispetto a un anno fa) e il buon andamento degli acquisti di iPad (4,7 milioni di tablet) e dei computer Macintosh (3,8 milioni di dollari, il 28% in più dell’anno scorso) hanno fatto volare Apple nel secondo trimestre fiscale, portando a un incremento dell’utile del 95%.

Questo il dato economico. Buon per la Mela, direte voi. Ma avete pensato al vostro mercato?
Questi nuovi dispositivi sono oggi nelle mani della maggior parte dei vostri consumatori e chi non ha uno smartphone Apple, ha un Samsung o Nokia o Sony Ericsson.
Insomma il mezzo nelle mani del consumatore oggi non è più il quotidiano, o la rivista di settore, ma un aggeggino potentissimo che lo rende raggiungibile ovunque, e che gli permette in ogni momento di entrare in contatto con le aziende che preferisce, o meglio che trova on line.

Proprio questo è il punto. Ma le nostre aziende sono on line? E come? Sono facilmente rintracciabili sulla rete? Offrono interattività ai loro clienti o potenziali?
Come si rapportano con la Rete?

Proprio a queste domande abbiamo dato risposta in uno studio realizzato analizzando un campione delle 640 aziende più performanti del panorama veronese (aziende presentate dal quotidiano L’Arena il 30/12/2010).

I dati ci hanno lasciato un po’ perplessi, mostrando una fotografia che sembra scattata in un’altra epoca, quella ormai conclusa del telefono senza fili!

I risultati dello studio saranno presentati nel corso dell’evento di apertura della rassegna “Conoscere per Competere”. L’evento dal titolo “Mobile marketing: come raggiungere con efficacia i consumatori nelle nuove community” avrà luogo il 18 Maggio 2011 presso Apindustria Verona alle ore 17.30.

Per informazioni e iscrizioni online segui questo link