Come già accennato in Internet il tuo miglior alleato per il marketing aziendale, il primo passo da fare per iniziare una strategia di web marketing è creare un sito aziendale, oppure, nel caso già lo si avesse, è fondamentale ottimizzarlo.

Il sito rappresenta l’inizio e la fine di ogni sforzo promozionale online, poichè, se ben fatto e ben ottimizzato, è in grado di attrarre visitatori che potrebbero tranquillamente trasformarsi in clienti. L’ottimizzazione di un sito Internet serve, quindi, a convertire il maggior numero di visitatori in clienti.

Ma come si può ottimizzare un sito aziendale e renderlo attrattivo nei confronti del popolo del web?

Innanzitutto, si può cominciare dai contenuti. Per creare contenuti più accattivanti e interessanti è bene smettere di pensare come un imprenditore e mettersi nei panni del potenziale cliente o ospite: cosa vuole? Cosa si aspetta di trovare sul sito? In questo modo, si può instaurare un rapporto paritario con il cliente e capire quali sono le informazioni di cui realmente necessita. La chiarezza, la trasparenza e l’onestà sono, inoltre, gli elementi base per la nascita di un rapporto di fiducia tra imprenditore e cliente. In più, è importantissima la scelta del linguaggio a seconda del segmento di mercato a cui si fa riferimento.
I contenuti devono suscitare emozioni. Ad esempio, nel caso di una struttura alberghiera, la persona che richiede il servizio non acquista solamente una vacanza, ma vuole vivere un’emozione. Allora, cerchiamo di suscitare, attraverso il sito, l’emozione e la voglia di scoprire. Caricare immagini, video, recensioni, può favorire la visibilità dell’azienda. La differenziazione dell’offerta può aiutare l’azienda ad attrarre e soddisfare una vasta gamma di clientela, aumentando così il volume delle prenotazioni. E per dare maggiore visibilità alle tue diverse offerte, sarebbe molto importante cercare sul web siti dedicati e specializzati sull’argomento (ci sono!) e pubblicizzare le diverse offerte su questi portali. Così facendo, si otterrebbero due riscontri immediati: il primo è riferito alle tue offerte, le quali verrebbero consultate sui portali da persone sicuramente interessate, il secondo, ma non meno importante, è relativo al fatto che, appoggiandoti a questi portali, si ottengono link tematizzati da siti pertinenti con le tue offerte, i quali possono aiutare il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca.

Comunque, oltre alla professionalità della web agency, occorre che l’impresa che richiede servizi web proponga dei beni o dei servizi di buona qualità, in modo da soddisfare i bisogni della domanda. La qualità, però, non è l’unico elemento da tenere in considerazione, poichè il prezzo ricopre la sua determinante importanza nel momento della scelta d’aquisto di un bene o di un servizio.

Con mezzi e strumenti di promozione tradizionale, come giornali, affissioni, volantini, fino ad arrivare agli spot tv, difficilmente si può verificare quanti visitatori o lettori sono poi realmente diventati clienti. Questi media, quindi, portano l’azienda a sostenere delle spese molto consistenti in una tipologia di promozione che difficilmente è misurabile. Il web marketing, invece, permette di conoscere il modo in cui il visitatore si muove all’interno del sito, le aree del sito più visitate, i prodotti/servizi più consultati, la sua provenienza (nel caso sia entrato nel nostro sito tramite un link in entrata) e molti altri parametri. Tutti questi dati vengono forniti da strumenti di Web Analytics1 che monitorano e analizzano l’andamento del sito web. Tali strumenti sono presenti in Rete e possono essere gratuiti, come Google Analytics, o a pagamento come Nielsen SiteCensus.
Con l’utilizzo di questi strumenti, quindi, è possibile verificare il ROI (Return on Investments)2 e capire quale area del sito è meglio implementare e quale strumento e strategia viene più usato dagli utenti. Grazie ai risultati di web analytics, possiamo rivolgere campagne promozionali altamente targettizzate su singoli mercati o tipologie di consumantori, misurare i risultati per poter selezionare solo gli interventi che portano all’azienda maggiori vantaggi e, soprattutto, ci si può concentrare su quegli strumenti che maggiormente riescono a trasformare dei semplici visitatori in veri e propri clienti.

Quindi, concludendo si può affermare che l’ottimizzazione dei contenuti, l’integrazione degli stessi con foto e video e l’ottimizzazione delle singole aree del sito grazie all’analisi dei report di web analytics portano ad un miglioramento complessivo del sito e ad una conseguente efficacia della strategia di web marketing.

GLOSSARIO

1 Web Analytics: la Web Analytics ha l’obiettivo di comprendere e migliorare l’interazione degli utenti con il web, consiste più precisamente nella rilevazione del loro comportamento tramite software e strumenti appositi e nella successiva fase di analisi dei dati così raccolti (approfondimento).

2 ROI (Return on Investments): è un indice di valutazione maggiormente utilizzato che calcola la redditività del capitale complessivamente investito nell’impresa. La formula di calcolo è: Reddito Operativo/Capitale Investito