Solo quindici anni fa il cellulare era uno strumento quasi lussuoso e alla portata di pochi, ma, in linea con le veloci evoluzioni del ‘900, la sua diffusione e crescita tecnologica è stata rapidissima. Il passaggio da accessorio simbolo di status a medium indispensabile è stato breve, e la sua espansione ha raggiunto un tasso di penetrazione[1] altissimo nella popolazione italiana (praticamente tutta la popolazione adulta ne possiede almeno uno).

L’avvento di questo praticissimo mezzo ha portato con sè il mutamento di alcune abitudini collaudate e un miglioramente della comunicazione, soprattutto in ambito lavorativo.

Quando si parla di comunicazione in termini di impresa, non si può non parlare di marketing. I cellulari inizialmente erano esclusivamente dedicati al servizio telefonico, facilitando le chiamate e i contatti, ma con la loro evoluzione si stanno sempre più dirigendo verso la trasmissione dati e la navigazione sul web. Questa mutazione permette alle aziende di contattare e arrivare a milioni di utenti/clienti semplicemente facendosi trovare sul web tramite un collegamento dal telefonino.

Sono ancora poche le aziende che hanno realizzato un sito web per la visualizzazione mobile, ma sicuramente la crescita sarà esponenziale nei prossimi mesi. Siamo solo all’inizio di questa nuova frontiera della comunicazione, ma i pochi dati finora pubblicati fanno ben sperare per la diffusione di questo nuovo servizio.

Il convegno Marketing ti presento il mobile, tenutosi al Politecnico di Milano il 28 gennaio 2010, ha fatto emergere alcuni dati interessanti: gli investimenti delle aziende italiane in Mobile Advertising[2] sono cresciute nel 2009 del 20%, mentre, sempre nel 2009, gli investimenti pubblicitari sui mezzi tradizionali hanno subito un calo del 20%. Nonostante questo dato incoraggiante, sono ancora molte le imprese italiane che si avvicinano prudentemente a questo mondo; infatti, l’interesse è molto alto, ma difficilmente si riesce a tradurlo in iniziative concrete.

I settori che si sono dimostrati interessati al Mobile Advertising sono legati all’intrattenimento, a editoria e media, abbigliamento e accessori, ma anche i settori bancario e dei trasporti stanno sfruttando al massimo questa nuova tipologia di servizio.

Ora, però, entriamo più nello specifico e verifichiamo i dati relativi agli accessi a Internet dal cellulare. Le ultime elaborazioni Nielsen relative al mese di aprile 2010, mostrano come lo scenario Internet italiano sia in continua evoluzione, sia per quanto riguarda le connessioni da pc che quelle da telefonino o smartphone.
Secondo l’ultima rilevazione Nielsen Mobile Media, gli accessi a Internet dal cellulare hanno registrato nell’ultimo anno una crescita del 29% rispetto all’anno precedente. Nel primo trimestre 2010 hanno navigato dal cellulare 9,7 milioni di italiani, cioè il 19% del totale degli utenti di telefonia mobile.
Le categorie di siti più visitate dagli utenti mobile sono i portali generalisti, i motori di ricerca e la posta elettronica, ma soprattutto vengono più frequentati siti di news, meteo e directories. Il trend, pertanto, dimostra che la navigazione da cellulare viene utilizzata soprattutto per ricercare informazioni necessarie al momento.

Nonostante le categorie sopra citate sembrino escludere la maggioranza delle aziende presenti sul web, è da notare che i motori di ricerca sono tra i più utilizzati durante la navigazione mobile. Questo significa che essere presenti online con un sito mobile favorisce le visite tramite cellulare, poichè i risultati di ricerca vengono indicizzati in base alla presenza di siti web ottimizzati per questo tipo di navigazione.
Inoltre, la nascita di nuove applicazioni per Iphone e smartphone avvicineranno sempre più l’utente alla connessione mobile.

Un esempio importante è la nuova applicazione Pagine Gialle Mobile con realtà aumentata[3] creata da Pagine Gialle, la quale permette di trovare informazioni geolocalizzate su privati e operatori economici. Il suo utilizzo è molto semplice: non bisogna fare altro che inquadrare con l’IPhone (3GS) ciò che si ha davanti e compariranno sullo schermo le indicazioni e le direzioni precise di tutte le attività economiche di interesse presenti intorno al luogo in cui si trova l’utente. Una volta trovato un hotel, per esempio, si possono visualizzare tutte le informazioni relative allo stesso cliccando sul riquadro dedicato e visitare il sito web, se presente e ottimizzato.

Concludendo, affidandoci ai dati Nielsen e a quelli emersi dal convegno tenutosi a gennaio al Politecnico di Milano, il 2010 sembra essere l’anno del Mobile Internet[4] e del Mobile Web[5]. I numeri sono incoraggianti e la continua e veloce diffusione di smartphone, cellulari UMTS e palmari favoriranno sicuramente il suo sviluppo.

GLOSSARIO

[1] Tasso di penetrazione: rapporto percentuale tra gli acquirenti di una determinata marca rispetto al numero complessivo degli acquirenti di quel prodotto.

[2] Mobile Advertising: con il termine Mobile Advertising si intende quella parte della pubblicità che viene indirizzata ai telefoni cellulari e alla navigazione Internet da cellulare.

[3] Pagine Gialle Mobile con realtà aumentata: questo video tratto da YouTube permette di capire esattamente la nuova applicazione creata da Pagine Gialle.

[4]  Mobile Internet: si intende la possibilità di connettersi alla rete Internet tramite telefono cellulare.

[5] Mobile Web: si intende la possibilità di poter usare la connessione Internet del cellulare per navigare su siti web.